01Agosto

La formazione Rhiag per i rettificatori italiani

La formazione Rhiag per i rettificatori italiani

Professionalità e competenza dei rettificatori passano anche attraverso la formazione.Professionalità e competenza dei rettificatori passano anche attraverso la formazione.Raccontiamo qui l’esperienza nata dalla partnership tra Rhiag FIR che hanno avviato il primo percorso formativo tenuto dai tecnici Rhiag dedicato ai soci FIR.Giulia Margi

Si propone articolo che è uscito sul numero scorso del Notiziario Motoristico, che meglio racconta il successo delle quattro giornate organizzate da Fir con il proprio Partner Rhiag Interparts srl.
Si conferma elevato l’interesse da parte degli associati verso le tematiche di natura tecnica: il corso come vi abbiamo già raccontato nelle precedenti notizie era fcoalizzato sui MOTORI DI ULTIMA GENERAZIONE, un vero successo.
A breve seguiranno ulteriori aggiornamenti sulla formazione prevista per la prossima stagione: rimani in contatto con Fir. Scrivici


In un settore dove le tecnologie cambiano rapidamente, come quello del mondo automotive, tenersi aggiornati non è più una scelta ma diventa un imperativo, anche quando per mestiere si mette mano sulle auto più datate.In un settore dove le tecnologie cambiano rapidamente, come quello del mondo automotive, tenersi aggiornati non è più una scelta ma diventa un imperativo, anche quando per mestiere si mette mano sulle auto più datate.Nel mondo della riparazione aftermarket, infatti, non cambiano solo i sistemi e i prodotti che si utilizzano, ma anche le attrezzature e le procedure da seguire, per non parlare delle competenze necessarie per gestire le relazioni con i clienti e i fornitori.

FIR e l’importanza della formazione.
Questo è il motivo per cui l’associazione dei rettificatori (FIR), che è particolarmente sensibile al problema, ha cercato nuovi partner che potessero collaborare alla crescita professionale a tutto tondo dei propri soci. Le aziende associate FIR, infatti, hanno manifestato in più occasioni di voler partecipare a training che potessero migliorare la loro competenza e professionalità, sia per quanto riguarda l’aspetto tecnico pratico e teorico, sia per quanto riguarda tematiche di management o tecniche su prodotti di ultima generazione.Poiché i soci FIR svolgono un lavoro ben specifico nell’ambito della riparazione automotive, era importante trovare il giusto partner con cui portare avanti il progetto, perché era necessario mettere in campo un programma che tenesse conto delle esigenze dell’attività di rettifica, sia come tematiche da affrontare sia come casistica da analizzare.Non solo. Era importante trovare anche dei formatori che potessero instaurare una relazione di mutua collaborazione, affinché i partecipanti ai corsi potessero incontrare l’ambiente ideale per valorizzare anche le proprie competenze e conoscenze.

La formazione secondo Rhiag
A partire dal 2018, quindi, FIR ha avviato delle attività di formazione insieme ad altri importanti player del settore, tra i quali troviamo Rhiag.Da sempre, infatti, grazie alle sue attività di supporto per il network di officine ‘a posto’, il distributore sa bene quale sia il valore e quale l’importanza di un aggiornamento professionale di qualità per gli autoriparatori

Grazie alle competenze sviluppate Grazie alle competenze sviluppate in centinaia di giornate di training,i formatori Rhiag hanno trovato il giusto mix di teoria e pratica, che permette di tenere sempre alta l’attenzione quando tengono i corsi.Così come hanno sviluppato una sensibilità e una capacità di ascolto fondamentali per interagire al meglio con i partecipanti.Il percorso formativo dedicato ai soci FIR, nato appunto dalla collaborazione tra l’associazione dei rettificatori e Rhiag Group, è stato sviluppato per soddisfare sia le esigenze di carattere più tecnico sia quelle più “relazionali”, orientate cioè a contenuti di marketing e vendite.

I corsi Rhiag per i rettificatori
Nel mese di aprile ha dunque preso il via il percorso formativo sviluppato da Rhiag in accordo con FIR per approfondire gli aspetti tecnici necessari per poter gestire, nel migliore dei modi, le richieste dei clienti.Si è partiti quindi con un corso dal titolo “Motori di ultima generazione”.Sotto questo argomento generico sono state affrontate tematiche legate alla conoscenza delle varianti tecniche che caratterizzano i nuovi motori e i relativi sottosistemi, quindi l’evoluzione di una serie di organi e componenti meccanici che, per gli effetti di un minore attrito e di un ridotto sforzo/lavoro, concorrono a una minore richiesta di potenza e pertanto al miglioramento dei consumi e delle emissioni inquinanti.L’argomento ha suscitato grande interesse e le richieste di partecipazione hanno di gran lunga superato le aspettative, tanto che è stato necessario modificare il piano di lavoro aggiungendo un ulteriore giornata.Il corso, infatti, organizzato originariamente secondo un calendario che prevedeva tre diversi appuntamenti di una giornata ciascuno da tenersi a Milano, Bologna e Roma,è stato integrato con un appuntamento aggiuntivo a Bologna per l’elevato numero di adesioni.Questa prima sessione formativa ha visto circa un centinaio di iscritti e ha registrato un alto gradimento dei partecipanti attraverso il questionario sottoposto a fine giornata.La conduzione delle quattro giornate di formazione è stata affidata a Roberto Mereghetti, specialista tecnico Rhiag, che, con grande carisma e preparazione, ha saputo fornire ai partecipanti contenuti tecnici di alta qualità, rispondendo dettagliatamente a ogni chiarimento o approfondimento richiesto dai partecipanti. Alice Celegato, presidente FIR, ha così commentato l’iniziativa: “Abbiamo creduto sin da subito a questo progetto di formazione avviato con un partner del calibro di Rhiag, con cui abbiamo una stretta e costruttiva collaborazione, per l’indiscutibile importanza delle tematiche. La numerosa partecipazione non solo ha confermato questa nostra convinzione,ma ha anche gratificato il lavoro che i colleghi del direttivo portano avanti per questo importante gruppo di aziende a marchio FIR.”Le ha fatto eco Paolo Appendino,direttore marketing Rhiag Group,che ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti e orgogliosi del successo ottenuto dalla prima sessione di formazione e siamo certi di replicare con il corso di marketing e vendite dopo l’estate. Per noi sarà un’ulteriore sfida coinvolgere i soci in un percorso in cui cambierà il linguaggio passando da concetti tecnici a tematiche legate all’evoluzione da rapporto professionale a rapporto interpersonale.”

Gli argomenti dei corsi
Gli argomenti trattati nella prima sessione del percorso formativo Rhiag-FIR sono relativi alle modifiche apportate ai motori di ultima generazione richiesti dall’Unione Europea per permettere il raggiungimento delle nuove normative anti inquinamento.In particolare si affrontano le sceltevolute dei costruttori:

Riduzione delle dimensioni/cilindrate/pesi
Riduzione degli attriti
Riscaldamento repentino dei motori
Tecnologie per riduzione NoX(problemi)
Tecnologie per riduzione PM(problemi)

Nella seconda sessione, dedicata al marketing e vendite, il tema sarà comprendere come sta cambiando la propensione all’acquisto per adattare non solo la strategia di marketing ecomunicazione, ma anche:
Neutralizzare la tendenza al cambiamento del cliente
Intercettare le opportunità quando sono ancora desideri e aspettative.

 

Files:
(0 voti)
Data 28-09-2018
Dimensioni del File 1.71 MB
Download 31

in categoria Stampa

FIR Associazione Italiana Rettificatori e Meccatronici Qualificati
Associazione Italiana Rettificatori e Meccatronici Qualificati

Contatti rapidi

Telefono 051 0924019
FIR - Associazione Italiana Rettificatori e Meccatronici Qualificati - P.IVA 03658491208 Cod. Fisc. IT80083160012 - © 2018
Viale Angelo Masini 12 - 40126 Bologna (BO), Italia